mercoledì 6 gennaio 2016

Silvana Pampanini, la carriera della stella del cinema popolare

Prima di Gina Lollobrigida, prima di Sophia Loren, al tempo dei concorsi di bellezza e di un'Italia che la guerra non aveva piegata, l'astro di Silvana Pampanini - morta questa mattina al Policlinico Gemelli di Roma dove era ricoverata da metà ottobre - cominciò a risplendere e non fu una stella cometa, ma una stella luminosa che attirò registi famosi, attori di grido, principi e magnati in una ridda di successi commerciali, applausi internazionali, flirt sempre annunciati e sempre smentiti, compreso quello romantico di Totò, che per la bellissima attrice provò un sentimento profondo e mai veramente ricambiato. 


Nata a Roma il 25 settembre del 1925, romana ma di famiglia veneta, Silvana Pampanini doveva essere cantante nel segno di una zia celebre, la soprano Rosetta. Diplomata all'istituto magistrale e al Conservatorio di Santa Cecilia la ragazza aveva una vera propensione al canto, tanto da aver tenacemente conservato la sua voce in tutti i film in cui i suoi personaggi cantavano, mentre tante brave doppiatrici si sostituirono sempre a lei per darle voce nei film più celebri. Invece le cose cambiarono in una sola notte quando la sua maestra di canto la iscrisse a sua insaputa al primo concorso di Miss Italia, a Stresa nel 1946. Sconfitta dalla giuria fu recuperata a furor di popolo dal pubblico, tanto da obbligare gli organizzatori del premio ad attribuirle un «ex aequo» che ne fece subito una ragazza-copertina sui rotocalchi.  Il passo verso il mondo dorato della celluloide, amplificato dai fotoromanzi e dalle prime indiscrezioni sentimentali fu brevissimo tanto che nello stesso 1946 Silvana otteneva il primo ruolo a Cinecittà: «L'apocalisse» di Giuseppe Scotese anche se furono veterani della regia come Giacomo Gentilomo, Camillo Mastrocinque, Guido Brignone a insegnarle le tecniche della recitazione in un apprendistato rapidissimo e capace di portarla al successo già due anni dopo. Il 1949 è l'anno de «I pompieri di Viggiù» di Mario Mattoli in cui interpretava Fiamma, figlia del capo dei pompieri Carlo Campanini. In un set di «tutte stelle» in cui appariva anche la «regina» Wanda Osiris, la bellezza prorompente dell'ex Miss Italia, dotata di una verve e una naturalezza contagiosa (sposata al fisico mozzafiato), fece subito la differenza. Sullo stesso set, in un diverso episodio, c'è anche Totò che la vorrà con sé in «47 morto che parla» di Bragaglia l'anno dopo. Ma nel frattempo i binari del successo della nuova «divina» di un cinema popolare fatto di sorrisi, sketch da rivista, parodie bonarie e sapori da neorealismo rosa, sono già ben delineati ai suoi piedi. È dello stesso anno «Bellezze in bicicletta» di Carlo Campogalliani che la vede al fianco di una scatenata Delia Scala nel ruolo di un'aspirante ballerina che vorrebbe entrare nella compagnia di Totò.  La coppia composta dalla biondina-tutto-pepe e dalla mora con pose da «femme fatale» funziona anche perché le due attrici rivelano presto le loro anime candide anche nella ricerca della fama ed il pubblico si commuove mentre il motivetto del titolo diventa un tormentone in tutte le piazze d'Italia. Un passo ancora e la sua popolarità varca i confini nazionali. Diretta da Mario Soldati in una scatenata parodia dell'hollywoodiano «Quo Vadis», la Pampanini veste la stola di Poppea duettando con Gino Cerci in «O.K. Nerone» che si afferma su tutti i maggiori esteri, e specie in Francia. Così diventa «Nini Pampan» e riceve le prime proposte di coproduzioni fra Parigi, l'America del Sud, perfino l'Egitto. Grazie all'abile guida del padre che ha lasciato il lavoro per farle da agente, l'attrice non abbandona però Cinecittà e anzi si afferma in un cinema più «serio» grazie ad autori come Luigi Zampa («Processo alla città»), Luigi Comencini («La tratta delle bianche»), Pietro Germi («La Presidentessa»), tutti del 1952. Un anno dopo è il maestro del melodramma neorealista, Giuseppe De Santis a incoronarla come icona del miglior cinema popolare in «Un marito per Anna Zaccheo» e la rivorrà nel 1958 per «Una strada lunga un anno». In mezzo c'è spazio per grandi trionfi come «Un giorno in pretura» di Steno, «La bella di Roma» di Comencini, «Racconti romani» di Gianni Franciolini.  Lavora moltissimo all'estero anche se molti dei suoi titoli del periodo di maggior fulgore risultano oggi dispersi o dimenticati. Con il nuovo decennio è invece fin troppo frettolosamente archiviata dal nostro cinema a favore di nuove bellezze e di un cinema più smaliziato e adatto ai tempi del boom. Sarà Dino Risi a tributarle un affettuoso omaggio nel «Gaucho» del 1964 in cui le affida però il ruolo di una diva sul viale del tramonto in un memorabile confronto con Vittorio Gassman, affiancato da Amedeo Nazzari e Nino Manfredi. L'attrice ha intanto trovato un nuovo pubblico alla tv, mezzo in cui crede fin dalla nascita e che la vede protagonista fino alla conduzione di «Mare contro mare» nel'65. Poco dopo però la Gran Dama si ritira di fatto, vedendosi come una nostrana Greta Garbo che Cinecittà non merita più. Per due volte è stata regista (due corti del 1958), ha dato alle stampa un'autobiografia piena di verve fin dal titolo «Scandalosamente perbene», ha sempre mantenuto uno stretto riserbo sulle sue vicende private celando perfino il nome del grande amore che non avrebbe potuto sposarla a pochi mesi dal fatidico «sì» perché stroncato da una grave malattia. Dotata di una allegra autoironia come si vede bene nel «cammeo» regalato ad Alberto Sordi ne «Il tassinaro» (1983) è sempre stata anche una spiritosa polemista come quando si scagliò contro la «presunta erede» Gina Lollobrigida, rea di essersi sposata con un uomo molto più giovane, o come quando attaccò il sindaco di Roma, Walter Veltroni per averla ignorata al tempo della Festa del Cinema. Occhi da tigre, bocca di fragola, curve «pericolose» e allegra sfrontatezza ne fecero un'icona: oggi diventa un ricordo per un'Italia che non esiste più da tempo.

Nessun commento:

Posta un commento

Etichette

2015 a sorpresa esce il nuovo album "Anti" Abigail Breslin Abitino Adele affinità album Alessandra Amoroso Alessandro Gassmann Alessia Marcuzzi Alessio Bernabei allenamenti Amber heard american crime American Film Amici Amici 15 ananas Andrea cocco andrea iannone anguria Anna Oxa Annalisa Annalisa minetti Antonio conte Ariadna Gaya Arresto attore attrice Bar refaeli Barbara tabita basquiat all'asta Bataclan Baywatch belen rodriguez bellezza belli Benji e Fede Beyoncé Bianca atzei Big bang Bobo Vieri brani Briana Jungwirth Brit Awards calciatore Callie Torres cantante cantate cantautore canzone canzoni carriera casa casa discografica Casalinga cast originale celin dion cesare cremonini cinema cinema e tv Coldplay concerto consigli Cristina Yang cronaca Cucciari Pif Cucina culmine dance Daniele conte David Beckham ​david bowie dieta Dirty Dancing dischi Disney Channel donne Duran duran Dwayne Johnson Eagles of Death Metal Elena santarelli Eleonora pedron Elisa Ellen Pompeo Emis Killa Emma Emma Marrone Ennio morricone Fabio Borriello Fabio Ferrara Fabio Volo Fabri Fibra Fabrizio de andrè Fanny Neguesha Festival di sanremo 2016 festival musicale filippine film Film Festival Fitness forum foto Francesca Michielin Francesco Arca George Lucas Geppi Gf14 Gianluca Grignani Gillian Anderson Ginza Giuseppe giofrè Giuseppe tornatore Golden Globe gosiip gossip grande fratello Grande fratello 14 gravidanza Guendalina canessa Harrison Ford hello Hillary Duff hit Hollywood Ignazio boschetto Il mio grosso grasso matrimonio greco 2 Il Segreto Il volo Ilary blasi immagini in studio incidente Incinta Incinte instagram irriconoscibile isola isola bahamas isola famosi Italia 1 Ivor Novellos J Balvin J.J. Abrams Jade Thirlwall James Bond donna Jane Bond Jazzma Kendrick Jean Paul Gaultier Jeremy irons Jesy Nelson John Corbett John Williams Johnny depp Julie Bowen Kaley Cuoco Kelly Rohrbach La corrispondenza Lady gaga Las Vegas Laura Pausini lavoro Le Iene Leigh-Anne Pinnock Leonardo DiCaprio Lindsay lohan Little Mix Liv Tyler Londra Lopez Lorenzo Fragola Lory del santo Louis tomlinson Luca Argentero Ludovica Valli luigi de magistris macho Madonna Marco Borriello Maria de filippi Mario Balotelli mary falconeri Mary Segneri Massimo boldi matrimonio Matrimonio al sud Max biaggi Max Pezzali melone Meredith Grey micio miglior colonna sonora Mika milano miley cyrus Miriam Leone miss universo mito modella moroder morricone morto Movimento Mtv Awards MTV Video Music Awards Music Awards musica musica latina Mykonos Nadia Toffa Napal Baji Napoli naufraga news news.tv.gossip Nia Vardalos Nick carter notizie Notre Dame de Paris nuovo album O2 arena Olga kurylenko one direction Oscar Pan Parigi Patrick Swayze Patty pravo Paula Cancio Paulina rubio Perrie Edwards Peter Pan pia alonzo Piero pelù polizia Pomeriggio cinque popolarità premio Oscar protagonista Psy Q Magazine quadri Raoul Bova rapper reality record ricatto Riccardo Scamarcio Richard Gere rihanna Rihanna stupisce tutti ritratto Rock rocker Ruben Serrano Russell Crowe Sara carbonero Selvaggia Lucarelli show televisivo showgirl silvana pampanini simona ventura smartphone Social Sofia Loren Sofia Vergara sovrappeso spettacoli spettacolo spiaggia Stefano de martino stelle Steven Spielberg stylist Super bowl 2016 Taylor Kinney Taylor Swift Temptation Island The lady 2 The voice theory Timothy Hutton Tiziano Ferro Tormentone tour Trailer Trolley tv U2 vacanza Valeria Golino Valeria Marini Valerio Scanu Vasco Rossi viaggiano viaggio viaggio sull'isola che non c'è Victor Hugo vip Will Smith Woody allen xfactor yoga Youtube Zac Efron